AUTORICICLAGGIO E REATI TRIBUTARI:

IL PERENNE CONFLITTO TRA TORSIONI GIURISPRUDENZIALI E SFORZI DI TIPIZZAZIONE DEL LEGISLATORE 

La nuova norma sull’autoriciclaggio si connota per lo sforzo del legislatore di tipizzare le modalità della condotta a fronte dell’estensione della punibilità all’autore del reato presupposto. Difficile non scorgere l’esigenza di arginare quell’indirizzo giurisprudenziale, che si era manifestato con riferimento al reato di riciclaggio, teso a svalutare gli elementi tipizzanti del fatto per allargare le maglie applicative della norma.

Con il presente convegno, premessa un’analisi generale del reato di autoriciclaggio, si cercherà di fornire risposta al quesito se lo sforzo di tipizzazione del legislatore si traduca in un effettivo restringimento della portata applicativa della nuova fattispecie rispetto alle condotte incriminate dal reato di riciclaggio. In particolare ci si chiede se la nuova condotta tipizzata dall’art. 648 ter.1 c.p. sia idonea o meno ad integrare il self-laundering dei proventi dei reati tributari. 

© 2023 by Strategic Consulting. Proudly created with Wix.com